Messaggi-Parrocchia dei Santi Lorenzo e Barbara - Seravezza (LU)

Messaggi e Preghiere

 
 
 


SINODO DELLA CHIESA ITALIANA

 “Nel primo anno (2021-22) faremo nostre le proposte della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi per la XVI Assemblea Generale Ordinaria; nel secondo anno (2022-23) la consultazione del popolo di Dio si concentrerà su alcune priorità che saranno individuate dall’assemblea generale della Cei del maggio 2022”, si legge nella lettera. La seconda fase – sapienziale – è rappresentata da un anno (2023-24) in cui le comunità, insieme ai loro pastori, “s’impegneranno in una lettura spirituale delle narrazioni emerse nel biennio precedente, cercando di discernere ‘ciò che lo Spirito dice alle Chiese’ attraverso il senso di fede del popolo di Dio”. In questo esercizio saranno coinvolte le Commissioni episcopali e gli Uffici pastorali della Cei, le Istituzioni teologiche e culturali. La terza fase – profetica – culminerà, nel 2025, in “un evento assembleare nazionale da definire insieme strada facendo”, scrivono i vescovi: “In questo con-venire verranno assunte alcune scelte evangeliche, che le nostre Chiese saranno chiamate a riconsegnare al popolo di Dio, incarnandole nella vita delle comunità nella seconda parte del decennio (2025-30)”. “Il cammino sinodale non parte da zero, ma s’innesta nelle scelte pastorali degli ultimi decenni e, in particolare, nei Convegni Ecclesiali di Verona e Firenze”, precisa la Cei;: il discorso del Papa a Firenze, insieme all’Evangelii gaudium, scandirà la traiettoria del percorso. Il metodo è quello di “consultazione capillare” proposto dal Sinodo dei Vescovi, che prevede il coinvolgimento di parrocchie, operatori pastorali, associazioni e movimenti laicali, scuole e università, congregazioni religiose, gruppi di prossimità e di volontariato, ambienti di lavoro, luoghi di assistenza e di cura… “Per questo è fondamentale costituire gruppi sinodali diffusi sul territorio: non solo nelle strutture parrocchiali, ma anche nelle case e dovunque sia possibile incontrare e ascoltare persone”, la raccomandazione della Cei. Nella prossima sessione autunnale (27-29 settembre), il Consiglio episcopale permanente nominerà un Comitato con il compito di promuovere, sostenere e accompagnare il cammino. All’inizio di ottobre saranno consegnate le prima linee per il cammino sinodale e alcuni suggerimenti metodologici.


PREGHIERA A GESÙ RISORTO

Gesù, che con la tua risurrezione hai trionfato

sul peccato e sulla morte e ti sei rivestito

di gloria e di beatitudine suprema,

concedi anche a noi di risorgere con te, per poter incominciare,

insieme con te, una vita nuova, luminosa e santa.


Opera in noi, o Signore,

il divino cambiamento che tu operi nelle anime che ti amano:

fa’ che il nostro spirito, trasformato dall’unione con te,

risplenda di verità, canti di gioia, si slanci verso il bene.


Tu che con la tua vittoria hai dischiuso agli uomini

orizzonti infiniti di amore e di santità,

suscita in noi il desiderio di trasmettere,

a fatti e parole, il tuo messaggio di speranza e di salvezza.


Donaci lo zelo e l’ardore di lavorare per l’avvento del tuo regno.
Fa’ che siamo saziati del tuo amore e della tua bellezza

e bramiamo di congiungerci a te nello Spirito Santo

in ogni momento della nostra esistenza e per sempre.

VIENI, SPIRITO SANTO,

illumina le menti e riempi il cuore dei tuoi fedeli,

accendi in noi il fuoco del tuo Amore.

Insegnami a pregare, a guardare il Padre, ad ascoltare il Figlio.

Insegnami qual è la strada della fede, dove trovare Gesù,

insegnami un atteggiamento di operosa speranza,

insegnami a prendere le scelte giuste e buone

in mezzo alle tentazioni e, soprattutto,

insegnami e donami di amare come Gesù ci ha amati

e ci amerà per sempre.

Vieni Spirito Paraclito, Dono Divino dal Padre per il Figlio. Amen.

 

MARIA MADRE DELLA CHIESA


Madre di tutti gli uomini che soffrono, sperano, gioiscono

sulla nostra terra, nei nostri giorni, noi ci affidiamo a te!

Madre dei delusi, che sono tentati di abbandonare

l'impegno di un mondo nuovo perché esso tarda a venire, noi ci affidiamo a te!

Madre dei bambini che ricevono tante promesse di amore,

vere solo per pochi, noi ci affidiamo a te!

Madre dei ragazzi troppo spesso abbandonati nel difficile

momento dello sviluppo e della crescita, noi ci affidiamo a te!

Madre dei giovani tentati di mettersi al servizio

di sogni senza speranza, noi ci affidiamo a te!

 

Madre degli adulti, spesso soffocati dalle preoccupazioni,

dal danaro, dalla carriera, dalla famiglia, noi ci affidiamo a te!


Madre delle donne e degli uomini soli,

che offrono ogni giorno il dono della solitudine

per farla divenire testimonianza e amore, noi ci affidiamo a te!


Madre degli anziani che vivono di ricordi e spesso di solitudine,

nell'attesa dell'incontro con la Vita, noi ci affidiamo a te!


Madre di tutti gli uomini che soffrono, sperano, gioiscono

per costruire il mondo nuovo che il tuo Figlio ha inaugurato, noi ci affidiamo a te!